loading
loading
MULTI DAY

Alta via della Valmalenco

DIFFICOLTA' ★★★★

L'Alta via della Valmalenco è uno degli itinerari di trekking più belli dell'arco alpino, il percorso integrale è un itinerario in alta quota di 8 giorni. Grazie alla nostra esperienza abbiamo selezionato il best-of  di questo stupendo trekking proponendo una versione di 5 giorni che riserva panorami indimenticabili, dai pascoli popolati da animali, alle cime maestose che si slanciano verso il cielo, a laghetti alpini con acqua cristallina e ai possentghiacciai che sovrastano i sentieri nel cuore delle Alpi Retiche, fra i gruppi del Disgrazia, del Bernina e del Pizzo Scalino. L’Alta Via della Valmalenco è un itinerario per escursionisti esperti, è necessaria una buona preparazione, ma la fatica è ripagata dall'incredibile fascino dei luoghi attraversati.

Bottone con Link e Full Width

→ CONSULTA IL PROGRAMMA

screenshot 2024 01 13 at 19.06.53

valmalenco montedisgrazia altaviadellavalmalenco escursionisti20 1400

onestepoutside saverio monti 18

valmalenco alpeprabello tramonto dji 23 0813

valmalenco lagodialpegera escursionisti altaviadellavalmalenco20 1509

onestepoutside saverio monti 10

fellaria

pizzo scalino notturna

PROGRAMMA:

DAY 1: PRIMOLO - RIF. PORRO

Dopo un breve briefing e controllo del materiale si partirà per la prima tappa dell'Alta via della Valmalenco da Primolo al Rifugio Porro che ci impegnerà per circa 10km e 1400 m di dislivello positivo.
Tappa spettacolare che ci porterà a scoprire il lago Lagazzuolo, il Lago Pirola e il larice millenario, una delle piante più vecchie d'Europa. Una suggestiva cavalcata tra boschi e laghetti alpini con il Disgrazia e il ghiaccio del Ventina sullo sfondo.
Sintesi 
→ 10Km / 1400 D+
→ Pernotto al Rif. Porro

lago pirola

lago lagazzuolo 

DAY 2: RIF. PORRO- RIF. LONGONI

Dopo una buona colazione, lasceremo il Rifugio Porro per iniziare il nostro secondo giorno di cammino, che ci vedrà percorrere circa 13km e 900 m di dislivello positivo.
Breve discesa per raggiunger la suggestiva località Forbesina da dove poi si inizia a risalire lungo la antica strada del passo del Muretto fino all'Alpe dell'Oro. Da qui si prosegue in direzione alpe di Fora, un incredibile altopiano tra animali al pascolo, fiori, cascatelle e panoramiche viste su Chiareggio e la Val Malenco. Ultimo sforzo e con una breve e decisa risalita si arriva al Rifugio Longoni.
Sintesi
→ 13km / 900 D+
→ Pernotto al Rif. Longoni

onestepoutside saverio monti 10

onestepoutside saverio monti 5 1

 

DAY 3: RIF. LONGONI - RIF. CARATE

Terza tappa, un lungo saliscendi che ci porterà dal Rif. Longoni fino al Rif. Carate e che ci vedrà impegnati per circa 12km e 950 m di dislivello positivo.
Lasciato il rifugio ci si incammina in direzione Forcella di Entova passando per Pian dei Buoi, il lago della Balena e il lago del Tricheco con l'ex Rifugio Scerscen che dall'alto domina e sorveglia la valle sottostante. Raggiunta la forcella inizia la nostra discesa nel Vallone dello Scerscen per poi risalire verso il Rifugio Carate accompagnati da un'incredibile vista sul ghiacciao dello Scerscen.
 Sintesi
 → 12k / 950 D+
 → Pernotto al Rif. Carate

valmalenco montedisgrazia altaviadellavalmalenco escursionisti20 1400

valmalenco vallonedelloscerscen escursionista19 9882

valmalenco vallonedelloscerscen fioriture anthyllisvulneraria19

 

DAYO 4: RIF. CARATE - RIF. CRISTINA

Il quarto giorno di cammino ci vedrà impegnati nel tratto ci porterà dal Rifugio Allievi al Rifugio Cristina con una percorrenza di circa 13km e 850m di dislivello positivo. 
Dal Rifugio inizia un breve e tortuoso sentiero in direzione Forcella di Fellaria. Raggiunta la forcella inizia la nostra discesa verso il Rifugio Bignami con il lo spettacolo del ghiacciaio del Fellaria sullo sfondo. A discrezione si può fare una deviazione e prima di arrivare al Rif. Bignami si può raggiungere il fronte del ghiacciaio percorrendo il sentiero glaciologico Marson*. Superato il Rifugio Bignami si ridiscende sul lago di Gera per poi con una dolce salita raggiungere il bellissimo Alpeggio Gembrè. Da qui ci si incammina verso il Rifugio Zoia e successivamente verso l'Alpe Prabello e il Rifugio Cristina sovrastato dal affascinante Pizzo Scalino.
 Sintesi
 → 13km / 850 D+
→ Pernotto presso il Rif. Ponti
*→ Sentiero glaciologico Marson 5km / 240 D+ 

fellaria

valmalenco lagodialpegera escursionisti altaviadellavalmalenco20 1509

pizzo scalino notturna

DAY 5: RIF. CRISTINA - CHIESA

L’ultima giornata lungo l'Alta via dell Valmalenco è una lunga e suggestiva discesa verso Chiesa in Valmalenco che ci vedrà impegnati per circa 13 km, 100 m di dislivello positivo e 1300 di dislivello negativo. 
Sveglia con calma, ci godiamo questa ultima giornata senza fretta. Dopo una bella colazione partiamo per la nostra lunga e panoramica discesa che ci porterà dapprima all'alpe Acqua Negra attraverso bellissime pinete e, successivamente, a Caspoggio e infine a Chiesa in Valmalenco.
 Sintesi
 → 13km / 100D+ / 1300 D-
→ Arrivo a Chiesa in Valmalenco

valmalenco alpeprabello tramonto dji 23 0813

PUNTO DI RITROVO & RIENTRO

RITROVO
Ore 8.30 presso il parcheggio del campo da calcio di Chiesa in Valmalenco in località Vassalini, dove ci organizzeremo con le auto per raggiungere Primolo. L'indirizzo del punto esatto di ritrovo vi verrà inviato con la mail di conferma di iscrizione.
→ Da Chiesa in Valmalenco a Primolo sono circa 10' di auto.
 RIENTRO
 L'Alta via della Valmalenco termina a Chiesa in Valmalenco. Da qui con le auto presenti in loco andremo a recuperare le autovetture rimaste a Primolo.
NOTE
ll punto di ritrovo è stato fissato a Chiesa in Valmalenco per evitare spostamenti inutili di troppi veicoli contemporaneamente.

ATTREZZATURA & CONSIGLI

MATERIALE CONSIGLIATO
  • Cappellino;
  • Fascia o berretta;
  • Occhiali da sole;
  • Giacca / Guscio protettivo waterproof;
  • Piumino;
  • Strato caldo, Pile o simili;
  • Maglietta a maniche lunghe;
  • Maglietta tecnica, no cotone;
  • Primo strato intimo;
  • Guanti leggeri;
  • Pantaloni lunghi da trekking;
  • Sovrapantalone waterproof;
  • Scarponi da trekking;
  • Zaino da 30/35 lt;
  • Coprizaino waterproof;
  • Sacco lenzuolo per i rifugi;
  • Cambi (primo strato, maglietta, calzoni etc...);
  • Riserva idrica almeno 1,5lt;
  • Riserva alimentare (barrette, frutta secca, ciccolato...);
  • Tappi per le orecchie;
  • Farmaci personale;
  • Powerbank;
  • Crema solare;
  • Lipstick;
  • Riserva Cash economica per extra.
Consulta le nostre indicazioni sull'attrezzatura
Una lista completa dell'attrezzatura verrà fornita ad ogni partecipante. Siamo disponibili sempre a fornire consigli e informazioni, se hai dubbi o domande contattaci, saremo lieti di darti una mano.

LA VOSTRA GUIDA

Emanuele sarà la guida di questa avventura. Dinamico, intraprendente, empatico con da sempre la voglia di imparare cose nuove e aiutare le persone a raggiungere i propri obbiettivi. Emanule è istrutture di nordic walking, istrutture di Skyrunning, guida parco, international mountain leader e un ottimo fotografo!

rotta

PREZZO & SOLUZIONI

 €750 a pax. Promo €700 fino al 29/2. 
→ Iscrizione tramite versamento iniziale di una caparra pari al 30%.
PARTENZE
 → Luglio: da mercoledì 10 a domenica 14.
 → Agosto: da mercoledì 14 a domenica 18.
COMPRESO NELLA QUOTA
  • Guida IML Professionista - Collegio Guide Lombardia;
  • Copertura assicurativa medico bagaglio*;
  • Copertura assicurativa RCT;
  • Assistenza h24/24;
  • Foto dell'escursione;
  • Buono sconto del 10% da Stile Alpino Morbegno;
  • Videocall pre-partenza per suggerimenti e aiuto;
  • Mezza pensione**(cena - pernotto - colazione);
  • Sistema GPS di Live Tracking by setetrack***;
  • Organizzazione, logistica e prenotazione;
  • Gadget omaggio.
*→ Termini e condizioni della polizza
NON COMPRESO
  • I pranzi al sacco non sono compresi. Per chi vuole, si potranno acquistare lungo il percorso;
  • Tutto quello non esplicitato in compreso nella quota.
NOTE
→ Si prega di segnalare eventuale allergie, intolleranze o diete particolari.
**→ Non sono previste camere singole o doppie. I posti letto verranno organizzati in base alle disponibilità degli alloggi.
***→ Verrà fornito un collegamento attraverso il quale chiunque potrà monitorare la posizione del gruppo h24 via web da qualsiasi dispositivo, sia mobile che desktop. More info: setetrack.it

Bottone con Link e Full Width

→ INFO VIA WHATSAPP


Direzione Turistica APICAL Srl, Via Stretta 32, 25128 Brescia (BS). P.lva 03958620985 REA BS-577256 - SCIA 019363 del SUAP di Milano 2021. 

Bottone con Link e Full Width

→ PRENOTA QUI

Luogo

Valmalenco

Ritrovo

Chiesa in Valmalenco

Lunghezza

65 km

Dislivello

4200

Difficoltà

T3

Durata

3 giorni

Disponibilità

Escursione da un minimo di 4 a un massimo di 8 partecipanti

Richiedi informazioni

Escursionismo

T1 Escursione

Percorso: sentiero ben tracciato senza problemi di orientamento
Terreno: piano o poco inclinato, senza pericolo di cadute esposte

T2 Escursione di montagna

Percorso: sentiero ben tracciato, evidente e salite regolari
Terreno: talvolta ripido, pericolo di cadute esposte non escluso
Requisiti: capacità elementari di orientamento, passo sicuro

T3 Escursione di montagna impegnativa

Percorso: di regola sentiero visibile, brevi tratti privi di traccia ma senza problemi di individuazione (boschi con tracce evidenti, zone aperte con orografia semplice e riferimenti evidenti)
Terreno: poco impegnativo, singoli passaggi esposti (es: pietraie, comode cenge, brevi placche poco inclinate, dorsali con facili roccette), I passaggi esposti possono essere assicurati con corde o catene, eventualmente bisogna servirsi delle mani per l'equilibrio.
Requisiti: discreta capacità di orientamento, passo sicuro, esperienza elementare dell'ambiente alpino.

T4 Itinerario alpino

Percorso: su sentiero non sempre evidente, a tratti senza traccia ma con limitati problemi di individuazione (boschi con tracce, zone aperte con orografia semplice)
Terreno: moderatamente impegnativo con brevi tratti esposti (es: pendii sdrucciolevoli, canali poco ripidi, placche poco inclinate, creste agevoli, facili ghiacciai senza neve). Talvolta bisogna servirsi delle mani per la progressione
Requisiti: dimestichezza con terreni esposti, buone capacità d'orientamento e di valutazione del terreno, conoscenze dell'ambiente alpino

T5 Itinerario alpino impegnativo

Percorso: spesso senza traccia e con problemi di individuazione (boschi con rare tracce, zone aperte con orografia articolata senza tracce)
Terreno: impegnativo con tratti accidentati esposti (es: pendii scivolosi, forre, canaletti rocciosi, placche inclinate, creste con brevi risalti, ghiacciai e nevai poco pericolosi). Singoli passi d'arrampicata fino al II grado
Requisiti: ottime capacità d'orientamento e di progressione senza traccia, sicurezza nella valutazione del terreno, buone conoscenze dell'ambiente alpino e conoscenze di base dell'impiego di piccozza e corda

T6 Itinerario alpino difficile

Percorso: senza traccia e con importanti difficoltà di individuazione (boschi difficoltosi senza tracce, zone aperte con orografia complessa senza tracce)
Terreno: delicato con tratti accidentati molto esposti (es: pendii molto scivolosi, forre scoscese, canaletti viscidi, placche friabili, creste con risalti, ghiacciai con rischio di slittamento). Passaggi d'arrampicata fino al II grado.
Requisiti: eccellenti capacità d'orientamento, sicurezza nella progressione su terreni infidi, ottime conoscenze dell'ambiente alpino e dimestichezza nell'uso di materiale tecnico d'alpinismo

ALPINISMO

F Facile

Sono necessarie le conoscenze alpinistiche di base tra cui le manovre fondamentali per l’uso dell’attrezzatura dove necessaria (corda, ramponi, picozza). Se il percorso non è indicato è comunque logico e intuitivo.

PD Poco difficile

Sono necessarie conoscenze alpinistiche e pratica nell’uso dell’attrezzatura. Il percorso è talvolta da ricercare per evitare importanti difficoltà e pericoli. Alcuni passaggi possono essere particolarmente esposti. (su terreno favorevole: II° roccia / 35°-40° ghiaccio)

AD Abbastanza difficile

L’ambiente è impegnativo: è necessaria capacità tecnica e allenamento fisico. La scalata si svolge generalmente in cordata con assicurazioni intermedie. La scelta del percorso richiede attenzione ed esperienza. L’esposizione può essere costante. (su terreno favorevole: III° roccia / 40°-50° ghiaccio)

D Difficile

L’ambiente è severo: occorrono buone capacità tecniche per superare le difficoltà e resistenza per l’impegno fisico. Si procede assicurati. Determinante l’esperienza per la valutazione del percorso. Occorre ottima padronanza dell'attrezzatura. (su terreno favorevole: IV° roccia / 50°-70° ghiaccio)

Richiedi informazioni

Per favore inserisci un nome valido
Per favore inserisci un cognome valido
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Per favore inserisci un numero di telefono valido
Questo campo è obbligatorio
Seleziona un opzione
Selezionare la casella per procedere

logo full

Benvenuto!

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti riguardanti la nostra attività.

© Saverio Monti | Privacy Policy | Cookie Policy 

| Rivedi consensi